Monselice (PD), 22 marzo 2015

Aggiunto in Homepage il 23 Mar 2015

CAMPIONATO ITALIANO DI KICK BOXING IAKSA

Tappa di Monselice (PD),  22 marzo 2015

 

RISULTATI

 

– Alessandro Spongy Brasola: 1° Kick Light -80 Kg; 2° Light -80 Kg

 

– Nicola Mach Maceli: 1° Kick Light -75 Kg; 1° Light -75 Kg

 

– Michele Stellina Petrin: 3° Kick Light -80 Kg; 3° Light -80 Kg

 

– Tommaso Sydio Vianello: 3° Kick Light -70 Kg

 

– Chiara Ciosa Mondin: 1° Kick Light -60 Kg; 1° Light -60 Kg; 1° Light -65 Kg

 

– Luca Borti Bordigato: 3° Kick Light -70 Kg; 3° Light -70 Kg

 

– Matteo Ragazzo Rana Barin: 1° Kick Light Junior -80 Kg; 1° Light Junior -80  Kg; 2° Kick Light -80 Kg

 

– Marta Elia Bergamo: 2° Kick Light -60 Kg; 1° Light Esordienti -60 Kg

 

– Mattia Main: 1° Kick Light Esordienti -75 Kg.

 

SEGUIRA’ ARTICOLO COMPLETO.

Gussola (CR), 1 febbraio 2015

Aggiunto in Homepage il 02 Feb 2015

Prestazione mostruosa della nerogialla ieri in quel di Gussola, non lontano da Cremona. In una gara che già sulla carta si presentava ostica per l’alzataccia e per la trasferta piuttosto impegnativa da intraprendere, gli 8 reduci (pronti via perdiamo Ortis ancor prima di partire per malanni di stagione e Rambo perché è un pirla) danno prova di come effettivamente “gioia di vivere” trasformi ogni tipo di sforzo fisico in una tranquilla scampagnata con un gruppo di 80enni: nonostante la variazione di regolamento (scoperta in loco) che porta la durata di un round da 2 a 3 minuti, sono proprio i coraggiosi ed allegri spufitici a spuntarla quasi sempre, offrendo prestazioni maiuscole e dilettando i presenti. Nella Kick Light semplicemente vinciamo tutte le categorie nelle quali partecipiamo e, oltre alle finali “in famiglia”, l’unico incontro perso è quello del Ragazzo Rana che, per altro, era al debutto nella senior (per mancanza di avversari nella junior: non ci sono più juniores ciccioni?!) e che forse, per altro, meritava miglior sorte. Sono le 14.05 la Spufight era ancora imbattuta: monstre! Più o meno stesso andamento nella Light che, come uniche variazioni sul pezzo, ha il bronzo di Spongy e l’argento di Rana (questa volta sì Juniores). Andando con ordine quindi, la Marta detta Elia e detta Twerkamo debutta con convinzione ed arriva in finale nella Light dove si arrende a quella bulla di Chiara Ciosa Mondin che nel frattempo l’ha già sconfitta nella finale di Kick. Due ori per la chioggiotta, e due argenti per la twerkatrice ufficiale Spufight che poi ha il merito di vincere la sua categoria come esordiente e di non tirarsi mai indietro nemmeno quando scopre di dover gareggiare nuovamente dopo pranzo o quando casca da sola provando un calcio ad ascia. Fra gli uomini luci ed ombre per Ragazzo Rana (“ ‘ha ggzo hnna ” in ranese). Luci (non Mondin) per il caparbio debutto nella senior e per il buon match contro il forte juniores di casa nella light. Ombre per i pochi punti raccolti (in realtà mica pochi), per la sua comprensibile delusione e perché sì, sennò si monta la testa. Sydio torna a vincere due ori, partendo lento ed evitando l’usuale visita in pronto soccorso. Delusi i volontari della croce rossa di Cremona che già erano stati allertati. Parte male lo scimmio che sembra ancora un po’ imballato. Poi si sveglia e parte lo show. Punti chiave della svolta sono un calcio in testa provocante da parte di Borti e soprattutto la porta del bagno che gli sfregia la testa rendendolo ancor più stupido quindi più combattivo (dopo i pesci che lo schiaffeggiano, le porte che lo ammaccano). In una categoria tosta, come non se ne vedevano da tempo, batte sia nella Kick che nella Light il redivivio  e combattivo Borti. Giusto il Bordi-gatto combatte con temibilissimi avversarsi decidendo la vita piuttosto che la morte: tirati fuori gli attributi (in senso metaforico) sembra un vero e proprio gladiatore che da tutto quello che ha, riuscendo a spuntarla destando una bellissima sensazione. Nella -75, invece continua l’assolo di Mach che alla doppietta di Molinella aggiunge questa di Gussola. Non è per niente una passeggiata però, specie nella light. Ai soliti tostissimi avversarsi si è aggiunto il figliol prodigo e prodigioso campione Hu Xian Hua, da poco italiano e desideroso di festeggiare al meglio l’entrata nella comunità europea e la consequenziale possibilità di evadere meglio le tasse. E’ proprio il “vicinese” a contendere l’oro a Macelimaceli in entrambe le categorie, vinte poi per maggior pulizia (non solo dentale) da quest’ultimo. Nella meno 80, infine, Spongy spongy po-po-po arriva terzo in Light (ma chi se ne frega della light detta fra noi) per una discutibile ma rispettabile decisione dei giudici in semifinale. Tuttavia è lui che regala alla squadra forse l’incontro più bello di giornata: la finale di Kick vinta contro l’amico Amin. Un capolavoro di tecnica, tattica e concentrazione. Da fare vedere a tutti, tranne a Pipino che tanto si domanderebbe “Ma Spongy, fra i due, qual è?”.

 

Riassumendo, una giornata dai contorni grotteschi per l’apparente ed illusoria (è stata una vera e propria corrida!) facilità con la quale sembra che siano arrivati questi risultati. Una giornata che, invece, ci lascia la profonda convinzione che con la solita umiltà, con l’impegno e con quello spirito che ci fa ritrovare alle 8 di mattina nonostante tutto sorridenti e consci di partecipare all’ennesima giornata di festa insieme, tutto può essere possibile. Anche gareggiare in questa maniera divina. Anche far arrivare Pipino puntuale al ritrovo. Ed ora sotto con Monselice (nei dintorni di Bratislava)

 

 

CAMPIONATO ITALIANO DI KICK BOXING IAKSA

Tappa di Gussola (CR),  1 febbraio 2015

 

RISULTATI

 

 

– Alessandro Spongy Brasola: 1° Kick Light -80 Kg; 3° Light -80 Kg

 

– Nicola Mach Maceli: 1° Kick Light -75 Kg; 1° Light -75 Kg

 

– Tommaso Sydio Vianello: 1° Kick Light -70 Kg; 1° Light -70 Kg

 

– Chiara Ciosa Mondin: 1° Kick Light -60 Kg ; 1° Light -60 Kg

 

– Luca Borti Bordigato: 2° Kick Light -70 Kg; 2° Light -70 Kg

 

– Matteo Ragazzo Rana Barin: 1° Kick Light Junior -80 Kg; 2° Light Junior -80

 

– Mario Garibaldi Hu: 2° Kick Light -75 Kg; 2° Light -75 Kg

 

– Marta Elia Bergamo: 2° Kick Light -60 Kg ; 2° Light -65 Kg ; 1° Light

Esordienti -60 Kg.

988858_10205899860998944_1826259736110804568_n

 

Si sono svolti il 14 dicembre 2014 presso il Palazzetto di via Torino ad Albignasego le annuali Gare Interregionali di Viet Vo Dao.

Come ogni anno la presenza di alteti è stata incredibile e si sono dovuti allestire fino a 5 quadrati di gara per poter finire in tempo utile ad una quantomai opportuna sbronza pre-natalizia.

Come navigata consuetudine i “nerogialli” hanno fatto da staff fin dalle 7.30 del mattino, orario nel quale, la domenica, trovi in giro solo patiti di nel jogging e Pipino che s’è perso.

S’è errare è umano ma perserverare è diabolico, c’è un che di mefistofelico nell’incredibile bis di Ciosa e Sydio nelle categorie di forme. Se la loro vittoria l’anno scorso era sembrata frutto di una serie di congiunzioni astrali (che hanno poi ispirato la trama di Interstellar), non ci sono spiegazioni per le medaglie che i due dinoccolati spufighters portano a casa a mani nude e long gian, se non una: c’è grossa crisi.

Le cateogorie di combattimento, invece, sono un tripudio nerogiallo con le affermazioni del Ragazzo Rana, di Sydio (ancora lui), di Ciosa (ancora lei) in finale con Mimì (sta puzzona) e con la splendida tripletta nella grande ammucchiata da 70 ad 80. Vince Borti su Alien ma a vincere moralmente è ancora una volta lui, Goran, che dando ascolto allo stratega Brasola sorprende tutti con la mossa della giornata: la carica a Borti in stile Pamplona. Il numero uno. Terza anche Tomby, fuori dai giochi Amilcare che smaltita la delusione diventa il motivetto che tormenta la doccia spufitica.

Nelle cinture nere il sottoscritto vince migliore atleta (probabilmente senza grossi meriti) in virtù degli ori nelle forme di programma (chi io?!) e bastone e agli argenti nelle forme di programma internazionale e nel combattimento. Proprio qua vengo sconfitto in finale da un buon Mach che continua la serie di prestazioni intelligenti inaugurata a Molinella anche se, a dire il vero, rimane l’onta della spazzata subita nel finale della finale. Non era una Bao Special ma vabbè.

Il buon Brazzer Brasola Spongy vince la sua categoria con apparente disinvoltura. Un pò come sono soliti fare gli Stati Uniti, quando avverte una possibile minaccia, per non saper ne leggere ne scrivere (e mai detto fu più azzeccato), decide di stenderli come un carroarmato.

Da segnalare la genialata del trio Spongy-Mach-Battan con il controllo peso. Dei giganti.

La serata si conclude come è logico che si concluda dopo aver regalato delle Tennent’s a delle persone che sono in piedi 16 ore e sono verosimilmente a stomaco vuoto: canti e balli in doccia, serata gagliarda, caraffa che si riempiono mentre i portafogli si asciugano e quelle solite frasi del cazzo: “Oh, ultimo giro di amari?”.

Tutto nella (a)norma insomma. Tutto nerogiallo.

 

RISULTATI:

– Long Marco Coach Bao: 1° Quyen C.N.; 2° Quyen C.N. programma internazionale; 1° Quyen C.N. bastone; 2° Combattimento C.N. fino 78 KG; Premio Miglior Atleta C.N. della gara.

– Alessandro Spongy Brasola: 1° Combattimento C.N. +78 KG.

– Nicola Mach Maceli: 1° Combattimento C.N. -78 KG.

– Tommaso Sydio Vianello: 3° Quyen C.B. Loa Than; 3° Quyen Armi C.B. Long Gian; 1° Combattimento C.B. -70 KG.

– Chiara Ciosa Mondin: 1° Quyen C.B. Long Gian; 1° Combattimento C.B. Femminile.

– Luca Borti Bordigato: 1° Combattimento C.B. -78 KG.

– Emilia Mimì Fiorello: 2° Combattimento C.B. Femminile.

– Christian Alien Chillon: 2° Combattimento C.B. -78 KG.

– Matteo Ragazzo Rana Barin: 1° Combattimento C.B. Juniores.

– Stefano Goran Contento: 3° Combattimento C.B. -78 KG.

– Francesca Tomby Ventimiglia: 3° Combattimento C.B. Femminile.

 

 

 

MOLINELLA (BO), 30/11/2014

Aggiunto in Homepage il 01 Dic 2014

CAMPIONATO ITALIANO IAKSA 2014-15

TAPPA DI MOLINELLA (BO), 30/11/2014

RISULTATI:

– Alessandro Spongy Brasola: 1° Kick Light -80 Kg; 2° Light -80 Kg

– Nicola Mach Maceli: 1° Kick Light -75 Kg; 1° Light -75 Kg

– Tommaso Sydio Vianello: 2° Kick Light -70Kg

– Chiara Ciosa Mondin: 1° Kick Light -60 Kg (e -65); 1° Light -65 Kg (e -65Kg)

– Luca Borti Bordigato: 1° Light -70 Kg

– Matteo Ragazzo Rana Barin: 1° Kick Light Junior -80 Kg; 3° Light Junior -80 Kg

– Stefano Goran Contento: 2° Kick Light Esordienti -75 Kg; 2° Light Esordienti -75 Kg

– Luigi Amilcare Melica: 3° Light -65 Kg

 

In sunto, splendida giornata per la Giallonera. In una gara tradizionalmente ostica e delicata i coraggiosi 8 spufitici non pagano l’emozione del debutto in campionato ne i mesi di inattività (ultima gara a maggio 2014). Ottimi i due esordienti Amilcare, il bronzo sbronzo, e Goran, il numero uno. Il primo incontra avversari molto bravi ma regge e fa una bella figura. Il secondo combatte per circa 400 incontri, in maniera pressochè perfetta, prima di arrendersi in finale Light. Ottimo anche il Ragazzo Rana (agzohaana in ragazzoranese) che ben figura nella light ma soprattutto vince la kick in un incontro tesissimo nel quale dimostra testa ed attributi. Bene anche Borti che si rifà dell’eliminazione precoce in Kick vincendo alla grande la Light a fine giornata. Spaventosa prestazione di Mach che porta a casa due ori conducendo gli incontri con un’intelligenza impensabile per uno che si veste con pantaloncini rosa. Emozionante, difficile ma inesorabilmente trionfale il ritorno alle gare di Tranquilli-ci-pensa-Spongy: argento in light ed oro –in una finale eccezionale- in Kick. I più grossi rammarici di giornata sono soltanto il fatto di non aver avuto abbastanza donne iscritte per far giocare a sufficienza anche le bestia (aka Ciosa) che da 3 anni ormai ci delizia col suo incedere da caterpillar e la sfortunata gara di Sydio: un po’ per la sfortuna, un per un’errata gestione mia (il coach) si ferma sul più bello (ovvero nel mezzo di una finale, con ancora tutta la light da fare) per un infortunio che lo contringe a guardarsi il resto della giornata da spettatore.

RISULTATI:

– Alessandro SPONGY Brasola; 1° Light -85 KG, 1° Kick Light -85 KG
– Nicola MACH Maceli; 1° Light -75 KG, 1° Kick Light -75 KG
– Tommaso SYDIO Vianello; 1° Light -65 KG, 1° Kick Light -65 KG
– Chiara CIOSA Mondin; 3° Light -60 KG, 1° Kick Light -60 KG
– Luca BORTI Bordigato; 3° Light -70 KG, 1° Kick Light -70 KG
– Emilia MIMI Fiorello; 2° Light -55 KG, 1° Kick Light -55 KG
– Matteo RAGAZZO RANA Barin; 1° Light Esordienti Junior -80 KG, 1° Kick Light Esordienti Junior -80 KG
– Giorgio AMICI Bianchini; 3° Light Esordienti -75 KG, 1° Kick Light Esordienti -75 KG.

E’ stata una giornata grandiosa (16 medaglie in 8 di cui 12 d’oro; 24 incontri vinti su 28), che ha regalato grandi emozioni fra conferme eccellenti, debuttanti coraggiosi e piacevolissimi ritorni.
Complimenti a tutti per il grande risultato raggiunto! =)

Pagina 1 di 712345...Ultima »